Spumante Metodo Classico, un nettare da servire con arte

Uno Spumante Metodo Classico va rispettato e valorizzato: dal momento dell’acquisto alla sua conservazione, fino al momento, festosamente rituale, della sua stappatura

 

di Gianni Legnani

 

metodo classicoPer scegliere, conservare e servire al meglio uno Spumante Metodo Classico . utile sapere che: Lo spumante (e come del resto tutti i vini) soffre la luce e gli sbalzi di temperatura. Preferite perci., al momento d’acquistarlo, quei negozi che sanno trattare e conservare questi vini eleganti, e che essendo frequentati da un’ampia clientela, sono in grado di assicurare ad essi una rotazione veloce. Una volta portato a casa . meglio consumare lo spumante abbastanza rapidamente (nel giro di 3-4 mesi), perch. nelle case moderne . molto difficile conservare le bottiglie nelle condizioni ideali: 10 gradi, umidit. elevata, buio, assenza di vibrazioni e fonti di calore. Meglio evitare il “botto”. . preferibile evitare di raffreddare la bottiglia nel freezer. In previsione di consumarla riponetela per qualche ora nel reparto pi. basso del frigorifero, vicino al comparto della frutta. L’ideale . raffreddarla immergendola per mezz’ora circa nel classico secchiello pieno di ghiaccio ed acqua (l’aggiunta di qualche cucchiaio di sale conserver. la temperatura bassa pi. a lungo). Al momento dello “stappo”, abbiate l’accortezza di tenere ben saldo il tappo con le dita di una mano e fate invece ruotare la bottiglia, mantenendola sempre un poco inclinata, evitando cos. che la spuma debordi. La stessa estrazione del tappo ne risulter. facilitata. . vero che il “botto” ha un piacevole effetto sonoro-augurale, ma un vero intenditore preferisce evitare tale suggestione: molto meglio trattenete il tappo, accompagnandone sino all’ultimo la fuoriuscita e facendo in modo che la pressione si scarichi con un leggero soffio attutito.

 

OCCHIO ALL BICCHIERE

Il bicchiere ideale per sorseggiare e gustare un eccellente Spumante Metodo Classico . il fl.te, oppure il calice champenois, a tulipano slanciato, pi. ampio del normale fl.te, meglio se di cristallo sottile. Vanno evitati bicchieri dalle forme troppo lunghe e strette. La sagoma “a tulipano”, peraltro, facilita lo sviluppo del perlage. Per un tocco di classe in pi., prima di versare “avvinate” ciascun bicchiere con un poco di spumante: i vostri ospiti apprezzeranno meglio il gusto e gli aromi del vino che vi accingete a offrirgli. Versate lo spumante reggendo la bottiglia dal fondo; tenendola sul palmo e sorreggendola con quattro dita e ponendo il pollice nel caratteristico incavo alla base, per evitare che possa sfuggirvi di mano. Bandite assolutamente quegli orribili frullini di plastica o metallo, concepiti per far evaporare la spuma, che, in pochi secondi, rovinano un sapiente lavoro durato anni.

Saperne di più

Spumanti