Cantina Frescobaldi

Frescobaldi TenutaAmmiraglia ingresso

 

Marchesi de’ Frescobaldi

Grande eccellenza enologica non solo d’Italia ma del mondo intero. Un monumento di straordinaria importanza della storia vitivinicola toscana

di Adriano Gatti

Originaria forse della Val di Pesa, la famiglia Frescobaldi si stabilì a Firenze nel XIII secolo dove in poco tempo raggiunse una posizione di prestigio economico, politico e culturale. A renderla straordinariamente ricca ed influente contribuirono varie attività tra cui: il commercio della lana, il prestito bancario e la produzione di notevoli quantità di vino e olio attraverso la coltivazione in vaste proprietà terriere. Tra i primi estimatori e successivamente clienti della produzione enologica c’erano Papi e Re di tutta Europa a cui la famiglia Frescobaldi prestava spesso forti somme di denaro. La famiglia mantenne per secoli una posizione di primo piano nelle vicende cittadine e nella produzione di vini tipici del territorio, principalmente a base di Sangiovese. Dal 1855, Vittorio degli Abruzzi, membro acquisito dell’importante famiglia, introdusse la coltivazione di vitigni internazionali come Chardonnay, Merlot e  Cabernet Sauvignon, imprimendo cosi’ un’importante e significativa svolta produttiva e inaugurando uno stile ultramoderno e innovativo che tuttora caratterizza l’attività. A distanza di secoli la cantina Frescobaldi è ancora oggi uno dei più quotati e importanti produttori di vino in Toscana e in Italia. Milleduecento ettari complessivi di vigneto, dislocati in prestigiose tenute con dimore storiche e antichi castelli, racchiudono la gloriosa storia dei più grandi vini toscani. Abbiamo il piacere di citarne alcuni esempi: Castello di Nipozzano, dove nascono espressioni importanti di Chianti Classico; Castello Pomino, patria di vini eleganti ed intensi; Tenuta Castelgiocondo a Montalcino, che sembra racchiudere la magia e tutta la storia del territorio senese. Siamo certi di poter asserire che i vini Frescobaldi sono il frutto di oltre 700 anni di una ben più che consolidata visione imprenditoriale, senza eguali nel mondo. La nobile famiglia ha saputo rinnovarsi di generazione in generazione e nel corso dei secoli, in maniera straordinaria, pur mantenendo sempre al “Top” il livello di qualità che le concede, ancor oggi, di imporsi come produttore di riferimento internazionale.

Aurea gran rose’

Un nuovo seducente capitolo nella storia dei grandi vini d’italia.

Aurea Gran Rosé esprime l’anima femminile e fiera della Maremma

Frescobaldi Aurea Gran Rose 3 bottiglie3Aurea Gran Rosé è il matrimonio tra l’internazionale Syrah e l’autoctono bianco, tra i più diffusi in Toscana, Vermentino. Due vitigni diversi ma complementari. Il Syrah esprime al meglio le potenzialità enologiche della Maremma, mentre il Vermentino conferisce complessità al vino. Inoltre, il Syrah è ricco di antociani nella polpa, mentre i floavonoidi del Vermentino permettono la stabilizzazione del colore, che è una delle caratteristiche distintive di Aurea.

Aurea Gran Rosè nasce nella Tenuta Ammiraglia, la più innovativa azienda del mosaico Frescobaldi, vocata per i rossi e che inizia la sua storia con i rosè d’eccellenza. Situata a soli 20 chilometri dal mare, con un’architettura che ricorda una nave protesa verso il futuro, esprime l’identità di questo progetto, e proprio per questo Aurea ne diviene tra i vini simbolo.

I vigneti selezionati per questa produzione si trovano in prossimità del mare in terreni argillo-calcarei, dove il calore del sole è mitigato dalla brezza marina. La vendemmia, effettuata alle prime luci del sole, avviene esclusivamente a mano e della raccolta è incaricato un team di sole donne. Una scelta questa voluta per aggiungere ulteriore cura in un momento essenziale e delicato, quello che segue la seconda selezione su tavolo di cernita, una volta arrivata in cantina.

A rendere ancora più speciale questo vino la vinificazione e l’affinamento. Alla pigiatura soffice effettuata a basse temperature, dopo la scelta dei mosti, segue la fermentazione in tonneaux di rovere francese. Solo all’assemblaggio un tocco di “vin de reserve” di Syrah vinificato in bianco, affinato in barrique per 20 mesi, aggiunge struttura e piacevolezza.

“L’idea di questo vino nacque una mattina, guardando l’alba tra i vigneti della Tenuta Ammiraglia” – così Lamberto Frescobaldi, Presidente Frescobaldi, che aggiunge - “I tenui raggi di sole, che illuminavano le coste della Maremma, ispirarono Aurea Gran Rosé, connubio perfetto tra mare e vigneti, Syrah e Vermentino, eleganza e armonia della natura”.

“Aurea è per noi una sintesi di modernità, eleganza, colore e armonia della natura” - conclude Nicolò d’Afflitto, Direttore enologo Frescobaldi – “dove la differenza è fatta anche dalla sapienza umana. Suadente, morbido ed elegante, Aurea Gran Rosé esprime l’anima femminile e fiera della Maremma, in una profonda e complessa armonia con la natura, tra mare e vigneti”.

Nei formati 0,75 l e in confezione di legno Magnum (1,5 l) e Doppio Magnum (3 l), Aurea Gran Rosé è in vendita nelle migliori enoteche e disponibile in ristoranti prestigiosi come il Four Seasons, Ora d’Aria di Firenze e La Fontelina a Capri a partire da 38 euro per la bottiglia da 0,75 l, 90 euro per il formato Magnum e 200 euro per il Doppio Magnum.

Alìe 

Nuovo raffinato ed elegante Rosè delle Cantine Frescobaldi ispirato da Alìe, una delle ninfe marine della mitologia greca

Frescobaldi TenutaAmmiraglia panoramicaAlìe, un elegante Rosé dal colore chiaro, puro, con tenui riflessi rubino. Un raffinato equilibrio tra Syrah e Vermentino, che trovano nella vicinanza con il mare la loro massima espressione. Aromi di fiori bianchi, fragoline di bosco e bucce di agrumi si fondono in una struttura delicata con punte di mineralità tipiche del territorio, che donano un lungo e ricco finale. Incantevole dall’aperitivo ai pasti ed in buona compagnia.

ANDAMENTO CLIMATICO

L’andamento stagionale 2018 è stato caratterizzato da abbondanti precipitazioni accompagnate da qualche evento nevoso durante il periodo invernale; ciò ha permesso di immagazzinare delle buone riserve idriche nel sottosuolo. Le ulteriori piogge cospicue del periodo primaverile hanno dato luogo ad un piccolo ritardo nel germogliamento. Dopo questa prima fase l’innalzamento delle temperature ha portato ad uno sviluppo vegetativo regolare. Le giornate estive molto calde hanno dato adito ad una splendida maturazione delle uve e ad una magnifica evoluzione aromatica. Il sole e le rinfrescanti brezze marine settembrine sono risultati i compagni perfetti nel periodo vendemmiale; entrambi hanno permesso alla pianta di raggiungere un equilibrio compositivo rappresentativo di questo microclima.

VINIFICAZIONE

ED AFFINAMENTO

Il segreto di Alìe risiede nell’insieme delle caratteristiche territoriali, della gestione del vigneto ed ovviamente del fattore umano. Alìe nasce laddove la vicinanza con il mare si unisce ad una lavorazione in vigna tipica di varietà bianche e ad un processo produttivo in bianco anche per il Syrah. Dalla vigna alla cantina l’attenzione al dettaglio è fondamentale. Le uve, una volta vendemmiate, sono trasportate in cantina in tempi brevi al fine di non sciupare o danneggiare i grappoli. Uno dei momenti salienti della produzione di Alìe è comunque rappresentato dalla fase di pigiatura. I grappoli sono caricati in pressa per intero ed in assenza di ossigeno. Le pressioni applicate durante questa fase sono le più soffici e delicate; questo processo unitamente all’accurata selezione dei mosti e ad una successiva decantazione di questi per non meno di 12 ore permette di eliminare tutte quelle componenti vegetali che altrimenti renderebbero sgraziato il vino. Le fermentazioni avvengono in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata inferiore a 20° C. Dopo un affinamento di qualche mese su fecce fini, includendo successivamente anche un periodo di bottiglia, Alìe 2018 è finalmente pronto a sedurre ed affascinare rendendo passionale ogni sorso.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Alìe 2018 si caratterizza per una sensualità estrema. Il color rosa tenue con sfumature pesca ne esprime immediatamente la sua personalità intrigante. Il bouquet incisivo e inconfondibile pervade i sensi, inebriando con sentori mediterranei che fondendosi con quelli di frutta fresca e frutta matura appagano pienamente. La pesca settembrina infine spicca. Le note floreali non tardano ad arrivare, con leggeri sentori di rosa. Ne risulta un naso estremamente suadente, fine ed elegante. Al palato tornano le note fruttate e si aggiungono accattivanti sensazioni agrumate, quali il pompelmo rosa. Poco alla volta la sfumatura sapida fa elegantemente il suo ingresso in questo turbinio di sensazioni gustative. Alìe 2018 è pieno, setoso e profondo. Il retrogusto esplode in un susseguirsi di aromi freschi e persistenti.

Saperne di più

CANTINE

Eventi Piaceri d'Italia

No result...