Pizzoccheri alla valtellinese

 

Per tutti gli amanti della buona cucina e della gastronomia alpina, la Valtellina è da sempre sinonimo di Pizzoccheri e, di conseguenza, l’elemento fondamentale della ricetta: il Bitto, da solo o con altri formaggi locali come il Casera. I pizzoccheri sono una pasta diffusa dalle rive del Lago di Como fino alla contea di Livigno a base di grano saraceno che, in dialetto valtellinese fin dalla sua comparsa venne chiamato furmentun (o formentone in una sorta di italianizzazione), un tipo di grano particolare, che si differenzia molto da quella del comune frumento. Si potrebbe ipotizzare l’origine della voce furmentun come un accrescitivo del comune furment (frumento) quasi a sottolineare il rigoglio e la copiosità di questa pianta ben diversamente dal grano che richiede un periodo molto lungo per la crescita e la maturazione dei chicchi.

 

pizzoccheri 4

INGREDIENTI (per 4 persone)

• 400 gr. di Pizzoccheri

• 300 gr. di Bitto DOP

• 250 gr. di Patate

• 100 gr. di Verze

• 100 gr. di Coste

• 50 gr. di Spinaci

• 50 gr. di Burro

• 20 gr. di Parmigiano grattugiato

• 2 spicchi di Aglio

• 5 foglie di Salvia

• Sale e Pepe

 

 

Dopo la bollitura delle patate aggiungere le verze a listarelle e le altre verdure a tocchetti, bollire i Pizzoccheri per una decina di minuti e, al termine, porli in una zuppiera con uno o più strati di formaggio e di burro e servire ben caldi.

Saperne di più

Ricette

Eventi Piaceri d'Italia

No result...