LUXURY Piatti da re (e salutari) con la nuova pentola d’oro 24 carati di Sara Magro

Tra gli oggetti più inattesi presentati alla Design Week 2018, che si apre oggi a Milano, c'è una pentola in oro 24 carati con un’anima in rame. L’ultima nata nell’azienda artigianale Cookware Couture viene presentata dal 17 al 22 aprile al Fuorisalone, da Amleto Missaglia, in via Verdi 6, nella zona del Brera Design Dist

pentola

rict. Lo spazio è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19.30, e alle 18 si inizia a servire l'aperitivo.

La pentola d’oro evoca antiche leggende irlandesi, secondo le quali alla fine di ogni arcobaleno si sarebbe trovata una pignatta piena di un inestimabile tesoro, che veniva elargito solo se prenderlo era qualcuno di umile e onesto. Qui a far da tesoro sono i piatti che si possono cucinare con il prezioso contenitore, che fa un passo in più nella ricerca culinaria, riprendendo anche l’uso di bicchieri e vassoi d’oro nelle corti rinascimentali.

Il prezioso oggetto è l’ultimo nato da una giovane impresa inaugurata a Firenze lo scorso ottobre, da un’idea di Laura Shadden e Petra Casini, che sono partite dal loro amore per l’artigianato d’argento, produzione tuttora molto vivace in Toscana. Così è nata la prima batteria di Cookware Couture, otto modelli in argento che includono una risottiera, tegami, wok, pentole per intingoli, pasta, verdura e pesce, più la pentola in oro 24 carati.

Laura Shadden, di origine californiana, arriva dal mondo della moda, dov’è stata consulente creativo per alcuni brand del lusso internazionale. Petra Casini, invece, proviene da una famiglia tedesca di gioiellieri da cinque generazioni. Entrambe vivono e lavorano a Firenze da anni con le loro famiglie, e appassionate di cucina e dell’arte del ricevere a casa, hanno fatto proprio l’Italian lifestyle di cui amano coltivare le tradizioni, la buona tavola, la famiglia, gli amici, la convivialità.

«Quando si riceve a casa è ammesso portare a tavola la pentola, purché sia bella. E una pentola in metallo prezioso non è solo elegante, ma permette di cucinare in modo salutare. Oro e argento, infatti, rispettano le proprietà degli alimenti. Non sono tossici, sono invece anti batterici, hanno una conduttività superiore all’acciaio e altri metalli, e sono sostenibili. Una tal pentola diventa un patrimonio di famiglia, che passa di generazione in generazione», dice Laura Shaddden. Infatti, per conservare al meglio la pentola basta una semplice manutenzione, insieme a rari interventi dell’artigiano per mantenerla in perfetto funzionamento nel tempo.

Ogni esemplare è unico, numerato e realizzato artigianalmente con un percorso che richiede almeno quattro settimane di lavorazione da parte di un laboratorio specializzato. Ogni modello può essere personalizzato con monogrammi e incisioni.

www.cookwarecouture.com

Eventi Piaceri d'Italia

No result...